SSIP e MISE: sinergia “innovativa” da 5 milioni di euro

SSIP e MISE: sinergia “innovativa” da 5 milioni di euro

[in collaborazione con orticalab.it]

Una sinergia “innovativa” da 5 milioni di euro. Una sinergia che si traduce in “un progetto di ricerca per sviluppare nuove famiglie di pelli, mediante approcci innovativi”. Pelli destinate a tutti i settori di riferimento dell’industria conciaria italiana: automotive, calzature e pelletteria. Protagonisti: SSIP (Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle Materie Concianti) e MISE.

Sinergia “innovativa”
La sinergia “innovativa” è stata presentata ieri da Edoardo Imperiale, direttore generale SSIP, e Laura Aria, Direttore Area Incentivi MISE, durante un incontro svolto presso la sede SSIP di Pozzuoli. Erano presenti anche Fulvia Bacchi (direttore generale UNIC – Concerie Italiane), Giuseppe De Maio (DMD Solofra), Aldo Gliozzi (direttore Assoconciatori), Daniela Carlotti (Consorzio Conciatori Ponte a Egola) e Giacinto Maioli (direttore Confindustria Avellino). Il tavolo tecnico varato si concentrerà sugli obiettivi del Progetto di Ricerca cofinanziato nell’ambito di Fabbrica intelligente. In altre parole, nel contesto del Fondo per la Crescita Sostenibile che prevede un investimento di circa 5 milioni di euro.

 

 

Iniziativa proficua
“Una iniziativa proficua”, ha sottolineato Laura Aria. “Sarà una concreta occasione di crescita e sviluppo per l’intera filiera”. Secondo Edoardo Imperiale, in questo modo, “SSIP rilancia e fortifica il suo ruolo di organismo di ricerca nazionale, autorevole e indipendente”. Per esempio, ponendosi come “protagonista dei nuovi scenari 4.0 e dell’economia circolare”.

Per leggere l’articolo di orticalab.it, clicca qui.

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati