Stazione Sperimentale, Edoardo Imperiale nuovo direttore generale: ricerca e innovazione, industria 4.0 e sinergia con UNIC “per rafforzare la filiera”

Edoardo Imperiale (nella foto) è il nuovo direttore generale della Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle materie concianti (SSIP). Ex direttore della Città della Scienza, di Campania Innovazione e della divisione imprese di Sviluppo Campania, si è insediato ieri in seguito a una nomina attesa da due anni. “Sono molto contento e motivato per questo nuovo incarico” è il commento a caldo di Imperiale, che poi spiega come “l’impegno sarà tutto dedicato a sviluppare progetti di ricerca e innovazione a favore del settore per migliorarne la competitività sui mercati internazionali, creando un’unica sinergia con UNIC”. “Dobbiamo sviluppare progetti di cooperazione tra le imprese partecipando a progetti di Horizon 2020 e orientarci progressivamente all’industria 4.0 – prosegue Imperiale – Sarà importante mettere in piedi iniziative di formazione, di co-working e i fab-lab, cercando di capire quali programmi possano rafforzare l’intera filiera”. Soddisfazione è stata espressa dal presidente della Stazione sperimentale Paolo Gurisatti, il quale ha spiegato che “con quest’ultimo passaggio possiamo dire che la macchina è pronta a correre con tutte le ruote, ha la benzina, il guidatore e lo sterzo finalmente sbloccato”. A causa di grovigli burocratici e strutturali che hanno impedito di investire, infatti, la Stazione sperimentale ha accumulato un patrimonio di 9,5 milioni di euro che ora, assicura Gurisatti, potranno essere utilizzati “per investimenti e far decollare i percorsi di formazione”, tra cui anche il tanto atteso Politecnico del Cuoio per il quale sono già stanziati e a disposizione 1,5 milioni di euro.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati