Toscana, l’ambasciatrice della Colombia visita il distretto conciario: “Un modello prezioso da esportare”

Solo tre mesi fa, appena insediata, incontrava il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. A gennaio una delle sue prime attività come ambasciatrice della Colombia in Italia è stata visitare il distretto conciario di Santa Croce sull’Arno. Gloria Isabel Ramirez ha definito il distretto toscano “un esempio di come si possa fare impresa valorizzando da un lato le istanze degli imprenditori, dall’altro la responsabilità sociale a vantaggio della collettività: un modello prezioso da esportare”. Entusiasta di scoprire struttura e dinamiche delle industrie santacrocesi, l’ambasciatrice auspica opportunità di dialogo e scambi commerciali sull’asse Italia-Colombia. Il Paese sudamericano, secondo i dati pubblicati dall’associazione nazionale della calzatura e dell’area pelle (ACICAM), impiega 120.000 persone e produce circa 55 milioni di paia l’anno. Tornando alle attività toscane, già ospite dell’Associazione Conciatori di Santa Croce in occasione dell’evento “Emozione Pelle”, svoltosi a Firenze durante Pitti Immagine Uomo, l’ambasciatrice Ramirez ha visitato la sede del consorzio, accolta dal direttore Piero Maccanti, e la vicina conceria BCN alla presenza dei titolari Roberto e Renzo Lupi (in foto). (mvg)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati