A Savona un’auto piena di falsi: era il “deposito” di un vu’ cumprà

Strana scoperta fatta dagli agenti della Polizia municipale di Savona: un’automobile utilizzata come deposito di merce contraffatta, tranquillamente parcheggiata a fianco della piscina comunale. All’interno sono stati trovati alcuni borsoni contenenti abiti e accessori di pelletteria falsificati di grandi marchi. Sono così stati sequestrati oltre 50 prodotti di marchi come Vuitton e Moncler. La scoperta getta una luce parziale sui metodi con cui gli ambulanti gestiscono la merce che poi provano a vendere in spiaggia: utilizzando come in questo caso “depositi” mobili come le auto o, molto più spesso, sfruttando la silenziosa connivenza di alcuni stabilimenti balneari che gli concedono in affitto cabine destinate ai bagnanti. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati