Guangzhou, sgominata rete che “spacciava” false Vuitton

Un vero e proprio network criminale dedito alla contraffazione e alla vendita di false borse Vuitton è stato scoperto e sgominato in Cina, a Guangzhou. L’organizzazione era una vera e propria filiera, che partiva dall’approvvigionamento delle materie prime, passava per la confezione delle borse e terminava con la vendita al dettaglio, che avveniva all’interno di centri commerciali in Cina e on line per gli acquirenti esteri. Il tutto, per un giro d’affari di circa 130 milioni di euro. Le borse erano vendute a prezzi molto vicini a quelli delle Vuitton originali. (lf)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati