Napoli, scovata fabbrica dei falsi: 53 arresti

Sgominata una filiera del falso da parte delle Forze dell’Ordine di Napoli. 53 le ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei due distinti gruppi criminali. Il primo importava materiali clandestinamente dalla Turchia per poi lavorarli e commercializzare prodotti contraffatti. Il secondo si occupava della gestione di pellami serigrafati con loghi e marchi di firme italiane e straniere. La seconda banda fa capo a Gennaro Caputo, detto “’o Cinese”, già arrestato per gli stessi reati e grazie al quale sono state avviate le indagini. Alla produzione di pellami griffati era collegato un terzo gruppo, diretto da Egidio Gaeta, che provvedeva con 13 affiliati ad acquistare e rivendere in Italia i prodotti contraffatti. A seguito dell’operazione delle Fiamme Gialle, 62 soggetti sono stati denunciati e sono stati sequestrati 18 locali adibiti a fabbriche e depositi clandestini, 158 macchinari a uso industriale, 3 automezzi, oltre 470.000 capi di abbigliamento, accessori e articoli di pelletteria e 160 punzoni contraffatti. (mvg)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati