Da Padova a Napoli il fil rouge della contraffazione: le forze dell’Ordine sequestrano borse, scarpe e cliché all’industria del falso

La lotta alla contraffazione non conosce sosta in tutta Italia. Venerdì pomeriggio agenti della questura di Padova e militari della guardia di Finanza hanno effettuato un controllo all’interno dell’attività commerciale di un imprenditore cinese di 22 anni ubicata nella città del Santo, rinvenendo due scatoloni contenenti 11 borse di diversi brand del lusso, 4 portafogli delle stesse griffe e 5 orologi, pronti per essere spediti all’estero. I prodotti riportavano i marchi Louis Vuitton, Bottega Veneta, Furla, Michael Kors, Coach e Fossil, tutto materiale i cui accertamenti hanno dimostrato essere contraffatto. Nella zona di Poggioreale (Napoli), invece, le Fiamme Gialle di Napoli con i colleghi del Roan del capoluogo campano hanno individuato un opificio clandestino. All’interno dei locali venivano realizzati prodotti falsi di abbigliamento e calzature di noti marchi commerciali: Nike, Adidas, Moschino, Armani, Prada, Louis Vuitton, Dior e altri. Complessivamente agenti e militari hanno recuperato 129 cliché di brand, 1.604 tra capi d’abbigliamento e accessori, 78 rotoli di pellicole termo trasferibili, 2.744 strumenti per la realizzazione dei prodotti e 5 macchinari. Tutto il materiale è stato sequestrato mentre le 8 persone colte in flagranza di reato sono state arrestate per contraffazione e alterazione di segni distintivi di opere dell’ingegno o di prodotti industriali. (art)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati