Pena esemplare per una banda che produceva accessori falsi

Condannata con pene esemplari una banda veneto-toscana specializzata nella contraffazione di borse. Il Tribunale di Padova ha infatti condannato a 5 anni di carcere Filippo Dori, 50 anni, suo fratello Elia, 47 anni (nella foto), residenti a Mestre, e la rumena Maria Claudia Amihaesei (29 anni). Condannato a 3 anni e 9 mesi anche Marco Alaia, 54 anni, di Campi Bisenzio, produttore delle borse con marchi falsi di Dior, Prada, Gucci, Chanel e Balenciaga. I reati furono compiuti tra il 2013 e il 2014. Nel gennaio 2014 la Procura di Padova sequestrò 53.000 prodotti con marchi contraffatti, per un valore commerciale di oltre 4 milioni di euro mentre a Prato venne sequestrato un intero opificio con tutti i macchinari utili alla realizzazione di borse false in pelle. Tra l’altro Filippo ed Elia Dori erano risultati pure intestatari di una onlus che si occupa del reinserimento dei carcerati nel mondo del lavoro. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati