Scarpe e abiti contraffatti e tossici sulla Prenestina

Trentaseimila paia di scarpe contraffatte e un numero imprecisato di vestiti falsi. E’ la scoperta fatta stamattina da 50 agenti della polizia locale Roma Capitale e 10 finanzieri coordinati dal vice comandante del corpo Antonio Di Maggio. L’operazione fa parte di una serie di controlli sui 14 capannoni adibiti a stoccaggio di capi di abbigliamento e calzature nella zona di Tor Tre Teste, tra la Prenestina e il grande raccordo anulare, dove si concentrano i depositi dei grossisti cinesi. Ma non finisce qui. Perché grazie all’utilizzo di speciali apparecchiature in grado di rilevare il grado di tossicità dei materiali impiegati, sono state evidenziate tracce di sostanze altamente nocive per la salute come piombo, cromo esavalente e addirittura uranio. (m.c.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati