Scoperta fabbrica del falso in Abruzzo

Una fabbrica del falso è stata scoperta in Abruzzo, a Martinsicuro (Teramo). Un senegalese di 46 anni è stato denunciato per i reati “di produzione, detenzione e commercio di prodotti con segni falsi e ricettazione degli stessi”. Nella sua abitazione sono state rinvenute numerose etichette già pronte con il nome di griffe famose, due macchine punzonatrici e altro materiale utilizzato per la contraffazione. Tutto è partito sabato scorso, quando gli agenti della Polizia Stradale di San Benedetto del Tronto (Ap) hanno visto un gruppo di extracomunitari scaricare i vestiti falsi dal furgone. Si sono avvicinati, ma i ragazzi di colore sono fuggiti tra gli ombrelloni, mentre il conducente del mezzo è stato acciuffato. Sul furgone sono stati trovati 250 capi tra scarpe, borse, accessori e abbigliamento. Tutto rigorosamente falso. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati