Treviso, la polizia sequestra scarpe irregolari, forse tossiche

 

Un’irruzione al mercato rionale, tra la folla che faceva la spesa, per bloccare delle scarpe sospette, probabilmente tossiche. L’ha effettuata ieri mattina la polizia municipale di Treviso.
Sul banco vendita di un extracomunitario, titolare di posteggio, erano in vendita calzature non conformi alle norme poste a tutela dei consumatori, offerte a prezzi compresi tra i 5 e i 20 euro al paio. La merce, una settantina di paia per donna di provenienza cinese, era priva delle informazioni di base: identità e estremi del fabbricante o suo mandatario nell’UE, importatore, marchio e denominazione commerciale registrata, indirizzo completo.
La polizia municipale ha inviato il tutto all’Università di Padova per le relative analisi. Il venditore rischia una maxi multa e il ritiro della licenza, produttore e importatore teoricamente rischiano il carcere.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×