Australia, gli allevamenti del Queensland travolti da piogge torrenziali: persi tra i 300.000 e i 500.000 bovini

Dopo 5 anni di siccità, l’alluvione. Sono tra i 300.000 e i 500.000 i bovini morti durante le violente piogge che hanno coinvolto il Queensland, stato nord-orientale dell’Australia. Secondo le ricostruzioni del Guardian, nel corso dell’ultima settimana si sono registrate le precipitazioni che in media si accumulano in tre anni. “È un disastro senza precedenti – commenta Michael Guerin, ceo dell’associazione di allevatori AgForce –. I report più recenti confermano che è una vera e propria crisi umanitaria, che oltretutto ora si sposta col maltempo verso sud”. Stando alla rassegna stampa internazionale, mentre gli elicotteri sorvolano la regione per appurare i danni (si ipotizza un bilancio di 300 milioni di dollari di perdite), la rete degli aiuti si organizza per sostenere non solo chi ha perso tutto, ma anche a chi è rimasto qualcosa. Si valuta che ci sono 150.000 bovini in allevamenti tagliati fuori da tutto, a causa delle devastazioni portate dalle piogge: a loro vanno consegnati foraggiamenti d’urgenza. “La perdita di centinaia di migliaia di bovini dopo anni di siccità è un duro colpo non solo per gli allevatori – conclude Guerin –, ma per le intere comunità rurali”.

foto tratta da twitter

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati