Caso Malintoppi, per l’avvocato è errore giudiziario

L’avvocato Giacomo Galeota, difensore dell’imprenditore Raffaele Malintoppi arrestato in Romania con l’accusa di aver organizzando un giro di banconote false stampate nella sua azienda, ha affrontato ieri l’udienza al tribunale di Bihar per far ottenere i domiciliari al suo assistito con una certezza: “Malintoppi è totalmente estraneo alla vicenda. Nell’azienda e nella villa del mio assistito – ha argomentato il legale – non sono state rinvenute banconote contraffatte né macchinari per la stampa di soldi falsi. Rigettiamo quindi tutte le accuse mosse dalla Procura, si tratta di un grosso malinteso”. Secondo l’avvocato, Malintoppi sarebbe stato coinvolto solo perché era in rapporti con Ciro Romano, l’altro italiano tratto in arresto a Oradea. In Romania i termini di custodia cautelare ammontano a 29 giorni, periodo entro il quale le indagini delle autorità giudiziarie romene dovranno confermare o meno la tesi dell’accusa. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati