Fossò, il colpo alla Mission Impossible nel calzaturificio Dior

Fossò, il colpo alla Mission Impossible nel calzaturificio Dior

Il calzaturificio Dior nel mirino dei ladri. Lunedì 7 febbraio i responsabili dello stabilimento di Fossò (Venezia) hanno scoperto di essere stati vittima di un furto. I malviventi sarebbero entrati nello stabilimento (nella foto, a sinistra) durante il weekend. I ladri avrebbero sottratto alcune centinaia di paia di scarpe. Quante di preciso e per quale valore, però, non è ancora noto. Le forze dell’ordine hanno avviato le indagini e attualmente sarebbero orientati verso gruppi organizzati e specializzati in furti alle griffe. Negli ultimi mesi, diversi calzaturifici della Riviera del Brenta sono stati visitati dai ladri.

Il calzaturificio Dior nel mirino

Un magazzino alleggerito del suo prezioso contenuto. È ciò che hanno scoperto lunedì mattina i dipendenti del calzaturificio Dior a Fossò, nel cuore della Riviera del Brenta. Come riporta ilgazzettino.it, le indagini delle forze dell’ordine stanno procedendo con la massima celerità. Uno dei primi elementi da chiarire è quando i ladri sono entrati nello stabilimento: se durante la notte tra sabato e domenica o in quella tra domenica e lunedì.

 

 

Come “Mission: Impossible”

Secondo le prime ricostruzioni, i ladri sarebbero entrati nell’azienda raggiungendo il tetto dello stabile. Da qui si sono calati attraverso un lucernaio, che hanno mandato in frantumi. Subito prima o subito dopo, altro aspetto su cui stanno facendo luce le forze dell’ordine, i ladri avrebbero disattivato il sistema di allarme. Una volta dentro, i malviventi avrebbero raggiunto direttamente i locali dove si stoccano le calzature da spedire alle boutique Dior in tutto il mondo. (art)

Leggi anche:

 

Banner 728x90 B11 banner dentro la notizia - SETTEBELLO

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×