Pelle in lutto: Santa Croce dice addio a Mario Caponi, fondatore (nel 1958) della Conceria Impala

Nel 1958 fondò la Conceria Impala a Santa Croce sull’Arno, insieme alla famiglia Vannucci. È ricordato come uno dei primi imprenditori ad aver avviato il distretto conciario toscano, quando ancora si muovevano i primi passi nel mondo della pelle. Un vero e proprio pioniere, Mario Caponi (nel riqaudro, immagine tratta dal quotidiano Il Tirreno) si è spento mercoledì sera (27 febbraio) all’età di 85 anni a causa di una malattia. Nato a Fucecchio ma residente a Santa Croce da molti anni, Caponi è ricordato come uno dei “padri” del Comprensorio del Cuoio. Imprenditore stimato per la sua dedizione al lavoro, aveva mantenuto la presenza in azienda finché la salute glielo aveva permesso. La conceria da lui fondata, ora diventata Nuova Impala, ha affrontato il ricambio generazionale e, nel tempo, è passata agli eredi Caponi e Vannucci. Mario Caponi lascia la moglie e due figli, oltre a nipoti e parenti.
La redazione de La Conceria si unisce al cordoglio della famiglia, degli amici e dei colleghi.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati