Ponte a Egola dice addio a Gino Votta, ex imprenditore conciario (Nuova T.V.) aveva 62 anni

Ha lottato per molti anni contro la malattia, ma alla fine non ce l’ha fatta. Si è spento ieri all’età di 62 anni Gino Votta, ex imprenditore conciario di Ponte a Egola, dove ha diretto Nuova T.V., chiusa nel 2002. È ricordato come una persona molto attiva nella comunità, impegnato nel Palio del Cuoio, dov’era stato capo del Rione Tognarino. Aveva portato avanti le sue battaglie personali con tenacia anche da quando, nel ’97, si era ammalato di SLA, la sclerosi laterale amiotrofica che chiamava la “Stronza”, citando l’espressione del calciatore di Milan e Fiorentina Stefano Borgonovo, morto per la stessa patologia. Era stata proprio la malattia ad allontanarlo dal lavoro, causando problemi alla sua azienda, fino alla totale chiusura. Dal Consorzio Conciatori di Ponte a Egola lo ricordano come imprenditore conciario, ma soprattutto come persona particolarmente attiva nell’associazionismo: “Tutta la comunità dei conciatori è vicina alla famiglia”, fanno sapere dall’associazione. Votta lascia la moglie Marzia e tre figli.
Nell’immagine, lo screeshot della notizia pubblicata dal quotidiano La Nazione.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati