10 anni in 1 mese: il salto evolutivo dell’online secondo Netcomm

10 anni in 1 mese: il salto evolutivo dell’online secondo Netcomm

Che il lockdown stia rischiando di mettere in ginocchio l’Italia è cosa fin troppo evidente, purtroppo. Ma esiste un altro lato della medaglia. Con la chiusura dei negozi, i consumatori si sono spostati sull’online, facendo compiere al settore nazionale un salto evolutivo di 10 anni in 1 mese. I dati, ora, lo confermano. Come spiegano che gli accessori moda, per ora, hanno piuttosto sofferto anche sul web. L’analisi è di Netcomm (il Consorzio del Commercio Digitale Italiano) che ogni anno fotografa lo stato dell’arte della diffusione dell’e-commerce in Italia. Netcomm che, insieme a una serie di altri approfondimenti trasversali all’evoluzione digitale della filiera pelle e moda, sarà protagonista della prossima storia di copertina del nostro mensile, La Conceria (numero 5/2020).

10 anni in 1 mese

Dall’inizio del 2020 a oggi sono 2 milioni i nuovi consumatori online in Italia. 1,3 milioni dei quali “sono da attribuire all’impatto dell’emergenza sanitaria Covid-19”. In altre parole, in questi primi mesi dell’anno i consumatori digitali sono triplicati rispetto a 12 mesi fa. In Italia, ma anche a livello mondiale, il settore che crescerà di più sarà l’elettronica (+55%), seguito dal modern food retail (fino a +23%) e dalla vendita all’ingrosso di prodotti farmaceutici (fino a +15%).

Cosa si sta comprando in Italia

Tornando ai dati italiani, la domanda in questi primi mesi si è orientata soprattutto su prodotti che poco fa erano considerati emergenti. Per esempio, pet care (+154%), cibi freschi e confezionati (+130%), prodotti per la cura della casa (+126%) e della persona (+93). Il fashion & lifestyle, d’altro canto, è tra i segmenti merceologici più duramente colpiti dal lockdown: i consumatori hanno privilegiato i prodotti di prima necessità, ma si sono aggiunte anche questioni legate alla logistica. Il 77% degli e-tailer ha dichiarato di aver acquisito nuovi clienti durante questa fase di emergenza sanitaria.

Cambiamenti record

“A cambiare in tempi record sono state soprattutto le modalità di spedizione e di consegna”, ha commentato Roberto Liscia, presidente di Netcomm. Il Click & Collect (la possibilità di ordinare online un prodotto e ritirarlo in negozio) ha registrato una crescita del 349%. “Ci aspettiamo che nei prossimi mesi diventerà un’abitudine sempre più consolidata. Consente flessibilità, adattamento alle esigenze di mobilità e, soprattutto, distanziamento sociale” ha aggiunto Liscia.

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati