E-commerce in Cina: +42% le vendite, 607 milioni di potenziali clienti

Anche se in calo rispetto al 2012, in Cina non conosce freni la crescita esponenziale a due cifre degli acquisti via web. Lo scorso anno le vendite effettuate attraverso l’e-commerce hanno toccato un controvalore pari a un 1.850 miliardi di yuan (223,27 miliardi di euro), +42% a confronto con il volume totale del 2012, che già aveva fatto registrare un +66% rispetto al 2011. Tra i prodotti che vengono maggiormente acquistati via web compaiono le calzature, tanto che brand assai conosciuti in Cina come Belle, Aokang, Red Dragonfly e Yearcon hanno provveduto a fornirsi di propri spazi web adibiti all’e-commerce attraverso le piattaforme di siti molto utilizzati per gli acquisti on line come Tmall e JD. Si stima che, nel corso del 2013, circa l’80% degli acquirenti di prodotti via web abbiano ordinato almeno un paio di scarpe.

Rispetto al totale delle vendite effettuate in Cina nello scorso anno (compreso il classico negozio sotto casa), gli acquisti on line hanno rappresentato il 7,8%; si prevede che il mercato on line si stabilizzi nei prossimi anni, sino a toccare un totale di 4.000 miliardi di yuan (482 miliardi di euro) nel 2017. Il boom dell’e-commerce è agevolato dal continuo aumento del numero dei cinesi che possono usufruire di un accesso a internet: a fine 2013 risultavano essere 607 milioni, 80 milioni in più rispetto al 2012; tra questi, 500 milioni hanno accesso a internet tramite smartphone, sempre più utilizzato dai giovani per effettuare acquisti on line. (ap)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati