Macerata: oscurati 103 siti che vendevano articoli contraffatti

Maxi operazione anti tarocco on line compiuta dalla Guardia di Finanza di Macerata. Sono stati oscurati 103 siti web che commercializzavano oltre 184 milioni di prodotti contraffatti delle più famose firme (almeno 150) della moda italiana. “L’operazione è stata condotta in collaborazione col Nucleo Speciale Repressione Frodi Telematiche di Roma – ha detto il comandante della Gdf di Macerata, colonnello Paolo Papetti – e con la Procura che si è avvalsa di un perito informatico esperto in contraffazione”. Lussemburgo, Spagna, Australia, Stati Uniti, Turchia, Hong Kong, Panama, Cina e India sono i Paesi dove risultano collocati gli 80 internet services provider bloccati. Quello che non insospettiva gli incauti compratori erano i prezzi, relativamente alti, degli articoli messi in vendita. “Sicuramente il materiale è di fabbricazione cinese – ha detto il perito informatico Pietro Del Ben – anche se non si può escludere la presenza di depositi nel nostro Paese. Ogni prodotto acquistabile on line è stato repertato e individuato quale prodotto contraffatto in relazione all’assenza di caratteristiche specifiche presenti nei capi originali. Come la posizione dell’etichetta, del marchio, delle stesse cuciture. Questi siti, inoltre, non avevano un contatto telefonico diretto: questo è il primo campanello d’allarme che gli acquirenti debbono sempre verificare”. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati