Ok, il prezzo (online) è giusto: lo dice l’algoritmo italiano di Yocabè

Un buon prodotto, promosso bene, ma venduto al prezzo sbagliato rischia di rimanere a prendere polvere in magazzino. In soccorso alle imprese che faticano a individuare il pricing perfetto per ciascun canale di vendita online arriva la startup Yocabè. L’azienda italiana, nata nel 2016 da un’idea di Vito Perrone e Lorenzo Ciglioni (a cui poi si è unito Andrea Mariotti), ha l’obiettivo di aiutare le case di moda a vendere le proprie collezioni sulle varie piattaforme di vendite digitali grazie a un algoritmo che stabilisce il prezzo migliore di ciascun prodotto sulla base di specifici parametri connessi al canale. La startup ha già chiuso un primo round di finanziamento da 600.000 euro e, ad oggi, è attiva sui marketplace di tutta Europa e sui principali negli Stati Uniti, in Canada e in Messico. Come spiega Italia Oggi, nel 2028 ha transato circa 3 milioni di euro, ma l’obiettivo fissato al 2021 è di arrivare a decuplicare la cifra fino a 30 milioni.

Immagine tratta dal profilo Facebook Yocabè

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati