Online: Zalando cresce (come previsto), Neiman Marcus potrebbe mollare MyTheresa per migliorare il bilancio

Nel primo trimestre del 2019, Zalando ha registrato un aumento del 14,1% dei clienti attivi (che sono arrivati a 27,2 milioni) e del 29,5% delle visite (924 milioni). I ricavi sono aumentati del 15,2% a 1,37 miliardi di euro, con un Ebit rettificato di 6,4 milioni di euro. Il gruppo pensa positivo anche per il futuro grazie alla formula Plus, che è disponibile per tutti i clienti Zalando in Germania e presto verrà ampliato alla Svizzera, dove è partito un progetto pilota, per poi arrivare in Francia e Italia. Secondo quanto riporta Reuters, Zalando prevede di addebitare le spese di consegna sui piccoli lotti per cercare di contrastare il calo delle dimensioni medie dell’ordine che ha pesato sulla sua redditività. In merito ai resi, è interessante quanto scrive il sito tio.ch, secondo cui ogni anno gli svizzeri rispediscono a Zalando dieci milioni di pacchi: metà di quanto ordinato.
Neiman Marcus Group ha annunciato, invece, che sta considerando di vendere MyTheresa, luxury e-tailer tedesco acquisito nel 2014. “Abbiamo avviato un processo per esplorare e valutare alternative strategiche “, ha detto la società. MyTheresa è stata al centro di una controversia con i creditori di Neiman Marcus poiché è stata sganciata dal gruppo e quindi “protetta”. Per questa operazione NM è stato citato in giudizio da Marble Ridge Capital, ma il Tribunale del Texas ha deciso di non procedere, respingendo le accuse. (mv)
Immagini Zalando e fashionbarbecue.com

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati