Zalando cresce del 20%, Farfetch del 54,6%: il boom dell’e-commerce europeo non finisce più

I ricavi di Zalando sono cresciuti del 24,6% nell’ultimo trimestre. Nell’intero anno 2018, la piattaforma e-commerce tedesca ha raggiunto i 5,4 miliardi di euro di fatturato (+20%) e un Ebit rettificato di 173,4 milioni di euro. Più che i numeri delle vendite, impressionano quelli relativi al traffico. La società ha dichiarato 26,4 milioni di clienti attivi, 116,2 milioni di ordini e 3,1 miliardi di visite: erano 2,6 miliardi nel 2017. “Vogliamo diventare il punto di riferimento del settore moda – ha affermato la società in una nota – e raggiungere 20 miliardi di GMV (il valore complessivo speso dai clienti sia per gli acquisti wholesale sia direttamente dai brand ospitati da Zalando, ndr) entro il 2023/2024. Nel 2018 il valore di GMW era di 6,6 miliardi di euro”.
Come se la cavano gli inglesi
Anche Farfetch cresce a ritmo sostenuto. Nel quarto trimestre 2018 il GMV è cresciuto del 50,1%, exploit che ha portato i ricavi al +54,6%. Per l’intero anno 2018 la società ha riportato entrate per 602 milioni di sterline, in aumento del 56%. Non preoccupa la perdita, passata dal 2017 al 2018 da 112,2 a 155,5 milioni di sterline. La società ha spiegato che questo risultato è dovuto alla rivalutazione dei conti del gruppo. “Abbiamo continuato a guidare il mercato dei beni di lusso personali online – ha affermato José Neves, fondatore e ceo di Farfetch –, registrando il +55% di GMV”. Farfetch ha annunciato un accordo con JD.com, il più grande retailer online cinese, dal quale ha rilevato la piattaforma dedicata ai brand della moda e del lusso Toplife. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati