Gallery Shoes: il mercato è opaco sopra Düsseldorf

Il secondo giorno di Gallery Shoes

Oggi è il giorno “di mezzo” di Gallery Shoes, fiera in corso presso Areal Böhler di Düsseldorf. La quinta edizione del salone vede la partecipazione di oltre 550 marchi e si chiuderà domani. Prime impressioni? Non negative, non positive. Soprattutto: fin troppo fedeli nel raccontare lo stato attuale del mercato tedesco. Cioè: opaco, molto opaco.

Meglio oggi di ieri
La piazza tedesca è fondamentale per la scarpa italiana e, ieri, all’apertura degli stand, ha risposto mostrando una significativa (purtroppo) incertezza. Secondo Samuele Camerlengo di Lorenzi, “ieri non c’è stata una grande affluenza. Oggi, invece, sembra essere un giorno migliore. Dopo una partenza un po’ fiacca si stanno vedendo molti più clienti”.

Dimensione regionale
Non tutti sono delusi. Per esempio, Sara Galli (Calzaturificio Brunate) spiega che “la fiera non sta andando male, anche se la preoccupazione di tutti è alta. C’è una discreta affluenza di clienti tedeschi, belgi e olandesi. Gallery si riconferma un’esposizione di carattere regionale”. I timori riguardano Brexit, la trade war USA-Cina, le proteste ad Hong Kong? No. A far tirare il freno a mano alla clientela tedesca è l’andamento dell’economia tedesca che sembra perdere colpi. Conseguenza: grossisti della scarpa, reti di distribuzione, retailer e negozianti temono un rallentamento. E, preventivamente, tirano i remi in barca. (mv)

Immagine per gentile concessione Lorenzi e Brunate

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati