Giovani, stilisti, leather lovers: al MAXXI di Roma il progetto Showcase è un trionfo di pelle

0

Il lusso non può prescindere dal pellame italiano. Lo dimostrano e lo dicono i giovani designer che hanno esposto le loro collezioni al Maxxi di Roma. Dal 25 al 28 gennaio, nell’ambito del progetto Showcase, ideato da ITA ICE e Altaroma. Obiettivo: connettere brand emergenti italiani con potenziali buyer, giornalisti e professionisti del settore moda italiano ed estero. Dieci designer a rotazione per quattro giorni, trai quali 9 brand di pelletteria, 6 calzaturieri e uno che produce sia borse che scarpe. “Lavorare la pelle come se fosse un tessuto sartoriale, mixando materiali e tinte diverse, creando sfumature e giochi cromatici” è il concetto di Giulia Venturi di SupermarketBag (a destra nella foto). Filippo Pugnetti (a sinistra nella foto), invece, è nato professionalmente in una bottega artigianale di pelletteria e ha creato il brand Pugnetti Parma: “La ricerca del pellame e del tipo di concia è fondamentale per creare l’equilibrio tra struttura e concetto”. Tra i brand di pelletteria presenti a Showcase c’erano Benedetta Bruzziches, Frenzlauer (creato da Francesca Neri), The Dots (Ral Teofilova), Gaetano Pollice, Maria Lamanna, Visone e Damanumea che realizza quadri d’autore su pelle, rigorosamente italiana, con un nuovo concetto di lusso esclusivo. Poi Bams di Ginevra Vitale che connette borse e scarpe utilizzando pellami, nappe laminate tamponate e materiali non usuali per la calzatura. Tra i brand calzaturieri, Luisa Tratzi, che l’anno scorso è stata selezionata da Footwear News come “Top Emerging Shoe Designer of 2017” e Trenta7 di Eleonora Moccia, che si caratterizza per la stampa a rilievo di alcuni elementi in pelle. Poi Lamperti Milano, Annie, Manfredi Manara (nato nel Principato di Monaco), fino a Susana Traca, originaria dell’Angola, ma formatasi in Portogallo. Un trionfo di pelle: molto giovane. Una ricchissima gallery fotografica di quanto presentato a Showcase si può vedere cliccando qui. (mv)

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso