Poca soddisfazione per gli italiani a Seoul

La moda italiana @ Seoul: poco movimento, la Corea sta cambiando

Oggi seconda giornata per La moda italiana @ Seoul che si chiuderà domani. L’evento è promosso da Ente Moda Italia, in collaborazione con Sistema Moda Italia e Assocalzaturifici. Sono presenti 28 espositori. Per ora, le loro opinioni non sono particolarmente entusiaste.

Dice la calzatura
“Finora l’andamento della fiera è stato piuttosto tranquillo, con un numero di presenze non elevate. Sinceramente, mi aspettavo qualcosa in più” ci dice Giacomo Lepori del brand Daniele Lepori.  “Come mai pochi visitatori? Non saprei. Ci sono poche boutique e la distribuzione, qui come altrove, è in mano a grandi gruppi che prediligono incontri privati”. Lepori non si scoraggia: “La Corea del Sud resta comunque un buon mercato: è piuttosto dinamico e confido di sviluppare un buon lavoro per cui, probabilmente, è solo questo appuntamento che non ha funzionato come speravo”.

Dice la pelletteria
Anche per gli espositori della pelletteria il salone in corso di svolgimento al Westin Chosun Hotel è, al momento, inferiore alle aspettative. “Fino adesso è stata una fiera poco frequentata. Ci sono pochi buyer, interessati soprattutto al settore dell’abbigliamento” conferma Lisa Fabrizi del brand laFABBRI Design, che prosegue: “Per quanto riguarda l’accessorio, purtroppo, abbiamo riscontrato poco interesse. I buyer presenti, per ora, non sono propensi all’acquisto”. (mv)

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati