Mipel, il 2019 è l’anno della sostenibilità: la campagna pubblicitaria esalta UNIC e la pelle italiana

La scelta è chiara: il 2019, per Mipel, la fiera internazionale della pelletteria promossa da Assopellettieri, sarà l’anno della sostenibilità. E la declinazione promozionale di questo concetto è molto particolare e con una evidente potenzialità social/virale. La prossima edizione di Mipel (la numero 115), in calendario a Fieramilano Rho dal 10 al 13 febbraio prossimo, si presenta con una campagna pubblicitaria curata dalla designer e illustratrice Irene Ghillani, alla quale è stato affidato il compito di raccontare l’eccellenza sostenibile dei mondi di appartenenza di 4 “brand ambassador”. Uno di essi è Fulvia Bacchi (nell’immagine, a destra), direttore generale di UNIC – Concerie Italiane e ceo di Lineapelle, “da sempre in prima linea – scrive Mipel – nell’impegno per la sostenibilità dell’industria conciaria italiana”, producendo in questo modo, non solo un’esaltazione della pelle italiana, ma offrendole (allo stesso tempo) un significativo endorsement da parte di un settore, quello della pelletteria italiana, che è riferimento produttivo per tutto il lusso globale. Una sinergia comunicativa e d’intenti importante e necessaria. Gli altri 3 brand ambassador Mipel sono: Aldo Tempesti (presidente di TexClubTech), Bav Taylor (designer dell’omonimo brand di lusso 100% sostenibile e membro EFF, Ethical Fashion Forum) ed Enrica Borghi (“artista che nelle sue opere trasforma in chiave poetica materiali di recupero quali bottiglie di plastica, vetri, tappi di metallo, cartoni del latte”).

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati