Mipel incontra il digitale: in fiera si vedono gli e-tailer. Organizzatori soddisfatti: “Guardiamo al futuro con ottimismo”

Aumenta la presenza degli operatori dell’e-commerce, in fiera per cercare nuovi fornitori e nuove relazioni. Uno sbocco commerciale in più per la pelletteria italiana. Si conferma nell’arco dei quattro giorni di salone il ritorno dei buyer russi, dato che spiccava già nei primi giorni. Vivace la presenza degli italiani, riflessiva quella dei cinesi. Chiude oggi a Fieramilano la 111esima edizione di Mipel, il salone della pelletteria italiana: “Un’edizione che ci dà fiducia nel futuro”, commenta Roberto Briccola, presidente dell’ente fieristico e di Bric’s. Che, in attesa dei dati ufficiaIi sugli ingressi, premette che “il risultato è stato positivo. Soprattutto il primo giorno (domenica 12, ndr), quando abbiamo avuto il 50% di visitatori in più rispetto allo stesso giorno dell’anno scorso. Visto il contesto generale, siamo soddisfatti dell’andamento complessivo di Mipel”. (rp)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati