Pitti, più buyer stranieri e date anticipate per il 2014


Affluenza in aumento (+4%) per i buyer stranierinei primi tre giorni di Pitti Uomo a Firenze. Il risultato dello scorso gennaio (7.400 compratori esteri) sembra quindi destinato a essere superato. Giappone e Germania (unico grande Paese europeo a crescere) tra i più dinamici, grandi incrementi da Cina, Russia, Stati Uniti, Turchia e Corea. In evidenza anche i Paesi scandinavi. Interessanti e confortanti le presenze da Hong Kong, Taiwan, Messico, Brasile e da alcuni paesi africani e medio orientali. Molto negativo il dato italiano, che evidenzia una flessione del 5%. La previsione è che alla conclusione il numero dei compratori italiani superi comunque quota 13mila.
L’organizzazione di Pitti Immagine Uomo ha comunicato le date della prossima edizione invernale: si terrà dal 7 al 10 gennaio 2014. “Abbiamo lavorato letteralmente sino all’ultimo momento – ha dichiarato Gaetano Marzotto, presidente di Pitti Immagine – per confermare il consueto slittamento di una settimana dell’inizio di Pitti Uomo, quando le date si avvicinano molto alle feste di inizio anno, ma per il 2014 non è stato possibile. Con gli organizzatori delle sfilate maschili di Milano e Parigi però c’è già un’intesa di fatto per effettuare lo slittamento nel gennaio del 2015 e seguenti, quando la serie degli appuntamenti internazionali invernali ritroverà quindi il suo corso naturale”. Per quanto riguarda la concomitanza con le sfilate londinesi, che si è verificata quest’anno, Marzotto ha precisato: “Cercheremo di ragionare nuovamente con gli organizzatori di Londra e di trovare qualche rimedio pratico e di principio a una sovrapposizione che, sia pure parziale, non rende certo un buon servizio a compratori e giornalisti”.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati