Riflettori sulla moda maschile a Firenze: domani inizia Pitti, “surprise box” tutta da esplorare

Inizia domani, per concludersi venerdì, l’edizione numero 95 di Pitti Immagine Uomo (Fortezza da Basso, Firenze). Saranno 1.230 i marchi presenti, 567 dei quali esteri (46%), che occuperanno una superficie espositiva di 60.000 metri quadrati per presentare le collezioni destinate alla prossima stagione invernale. Sono previsti 36.000 visitatori di cui oltre 25.000 compratori (di questi 9.200 provenienti dall’estero). The Pitti Box è il tema guida di questa edizione, perché “la manifestazione è una grande surprise box, uno straordinario contenitore di idee e di novità da aprire e cambiare di stagione in stagione”. Da segnalare, nella sezione Touch!, “The Japanese White Leather Project”, quattro designer giapponesi: Satoshi Ezaki, Kozaburo Akasaka, Ryuki Yamaka, Ryo Midorikawa, rispettivamente designer dei brand Ed Robert Judson, Kozaburo, Mary Al Terna e Midorikawa Ryo. Sono tutti specializzati nella lavorazione artigianale della pelle bianca (tecnica millenaria, praticata solo nell’area di Himeji) e presenteranno una selezione di prodotti progettati per Pitti Uomo. Il designer belga Glenn Martens, direttore creativo di Y/Project, fashion brand con base a Parigi, è il menswear guest designer di Pitti che ha invitato Aldo Maria Camillo per l’esordio assoluto del brand eponimo. Gucci presenterà il nuovo allestimento espositivo del Gucci Garden, all’interno dello storico Palazzo della Mercanzia in Piazza della Signoria. La nazione ospite sarà il Portogallo mentre, in collaborazione con Revolver Copenaghen, si svolgerà la seconda edizione di Scandinavian Manifesto, una selezione di collezioni firmate da fashion designer provenienti da Danimarca, Svezia e Norvegia. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati