Tra Salone e Fuorisalone: la pelle, dove non te l’aspetti. Dalla valigia che diventa letto alla sella di una Vespa da collezione

La pelle, come non te l’aspetti. Non solo negli stand del Salone del Mobile, che chiude domenica a Fieramilano Rho. Ma anche in alcuni particolari dell’evento glam che ha (quasi) fagocitato il senso della rassegna fieristica: il Fuorisalone, che per una settimana colonizza la città di Milano. Primo caso: Fabbrica Pelletterie Milano con Bedstation: valigia di giorno, letto di notte. Il bagaglio è firmato dal designer Mark Sadler. L’interno della valigia, in tessuto tecnico con dettagli in pelle, contiene doghe in legno pieghevoli che si sviluppano in un comodo letto, dotato di sacco a pelo imbottito. Un particolare cuoio opaco ultrasoft è utilizzato per la rifinizione della parete laterale della valigia e per le maniglie, mentre nella variante Moonlight Silver il guscio esterno presenta alluminio e pelle “cognac” italiana al 100%. Secondo caso: all’interno del Salone, invece, fa bella mostra di sé una Vespa Primavera fluo di Casa Piaggio, modello a edizione limitata con un dettaglio ultrachic: la sella realizzata con i pellami esotici targati Louisiane, che appartiene al polo conciario Hermès Cuirs Précieux. Il pezzo è da collezione e finirà nella collezione permanente del museo Piaggio di Pontedera. Terzo caso: l’allestimento progettato dall’architetto e designer riminese Roberto Semprini alla Galleria Ponte Rosso in via Brera. Sono in mostra le opere Scart, realizzate con scarti di pelli o pelli di campionario. Tra di esse anche alcuni abiti indossati dalle soprano che duettarono con Andrea Bocelli nel 2012. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati