Simac Tanning Tech: la tecnologia conciaria tra efficienza, sostenibilità e interconnessione

Diventare più efficienti incidendo positivamente nella lotta ai cambiamenti climatici: questa la principale sfida dei prossimi anni, quella che segnerà la competitività internazionale. Per queste ragioni, sviluppare soluzioni per rendere le produzioni più efficienti sono l’obiettivo delle aziende Assomac che espongono a Simac Tanning Tech e che, specializzate in tecnologia destinata all’industria conciaria, hanno indirizzato l’adeguamento tecnologico delle macchine e dei sistemi verso un aumento della interconnettività di processo, in un’ottica Industry 4.0 (i cui incentivi governativi, in Italia, sono stati prorogati a tutto il 2018). Con il progetto Supplier of Sustainable Technologies, sistema di labelling associativo certificato da un ente terzo, si vuole invece rendere esplicito l’impatto del sistema nel processo produttivo con il parametro di riferimento internazionalmente riconosciuto CFP (Carbon Footprint), calcolato secondo metodologie LCA. “Tutto ciò in un’ottica di filiera – dice Assomac -, intendendo così contribuire sostanzialmente nella qualificazione del processo produttivo manifatturiero per renderlo sempre più ecocompatibile e virtuoso, andando a incrementare il valore del made in Italy, già riconosciuto in tutto il mondo per la qualità, l’innovazione e la creatività”.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati