Tessile, accessori, componenti: a Lineapelle92 la filiera incontra l’industria della moda

Tessuti, accessori, materiali sintetici: a Lineapelle92 è un’intera filiera a dare appuntamento alle imprese della moda. “È la fiera più importante alla quale partecipiamo. Le presenze di questa edizione hanno rispettato le aspettative, siamo soddisfatti” dice Luca Morelli, amministratore delegato della Morelli creazioni tessili. A livello di mercato aggiunge: “Un po’ di ripresa, anche se moderata, c’è. Anche se soffriamo la concorrenza dei paesi orientali, un’aria migliore si respira”. Grande afflusso di persone allo stand Schmid, soprattutto il primo e secondo giorno. “Un primo giorno particolarmente positivo, migliore rispetto alle altre edizioni, abbiamo registrato la presenza di clienti anche non legati prettamente alle calzature, quindi più varietà nei contatti – ha commentato Silvio La Cava, sales manager dell’azienda – un buon afflusso di stranieri, soprattutto americani, inglesi e francesi, ma anche qualche tedesco, portoghese e spagnolo. Per il responsabile commerciale il mercato italiano è spaccato: “La fascia medio-bassa è un po’ in crisi, il basso sta crescendo di produzione e il lusso tiene”. I clienti chiedono cose “a prezzo di battaglia” “è un segnale che va di più la scarpa economica”. Più menswear, più sportivo per le sneaker. Buone prospettive per la manifattura del Vecchio Continente: “Mentre prima i clienti ci chiedevano di inviare i materiali in Asia – commenta Paola Cittadini, Sales Manager dell’omonima azienda – ora ci chiedono più spesso consegne in Europa. Significa che le produzioni stanno tornando”.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati