TheOneMilano, buona la prima: per la fiera della pelliccia e dell’haute-à-porter esordio positivo. Si rivedono i russi

I dati ufficiali sull’ingresso dei visitatori non sono ancora stati elaborati, ma secondo Norberto Albertalli, presidente di TheOneMilano, “siamo intorno al +40% rispetto all’ultima edizione di Mifur”. In questo senso non è stata determinante solo l’unione delle forze tra Mifur, la fiera della pellicceria, e Mipap, quella del prêt-à-porter. Ma anche la concomitanza delle date con la Fashion Week milanese, “cosa che ha permesso a molti operatori – continua Albertalli – di trovare nel soggiorno italiano l’occasione per farci visita”. Oltre al dato quantitativo, si segnala quello qualitativo. Stando alle impressioni degli espositori, in generale a TheOneMilano (Fieramilano City, 24-27 febbraio) è stato positivo l’atteggiamento dei buyer asiatici. In particolare, ottimo quello dei russi, rappresentanti di un mercato chiave per l’export della pelliccia made in Italy: “Stanno ritrovando fiducia – commenta Vinicio Pajaro, dell’omonima pellicceria –. Rispetto al recente passato, comprano in maniera più decisa. L’economia delle repubbliche ex-sovietiche, dopo un periodo di turbolenze, si sta stabilizzando”.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati