ENI nel capitale di Finproject: alla controllata Versalis il 40%

ENI nel capitale di Finproject: alla controllata Versalis il 40%

ENI nel capitale di Finproject attraverso la controllata Versalis. La società chimica, primo produttore italiano di polimeri, ha acquisito dal fondo VEI Capital il 40% della società marchigiana, espositore di Lineapelle.

L’obiettivo

“L’obiettivo – si legge nel comunicato stampa di Versalis – è quello di sviluppare insieme soluzioni innovative per importanti brand”. Per esempio: “Moda, design, footwear e applicazioni industriali”. In quest’ultimo caso, produttori di “cavi, tubi, energia rinnovabile, edilizia e automotive”. Un accordo che pone le basi per sviluppare “significative prospettive di crescita a livello internazionale”.

 

 

Era nell’aria

A maggio 2019 era circolata la notizia che il dossier di Finprojec fosse finito sulle scrivanie dei manager di ENI. Notizia che oggi trova conferma con questo deal. “Da oggi il nostro obiettivo sarà quello di creare un nuovo centro di competenza industriale sui materiali speciali”. Avrà “un ruolo da protagonista per lo sviluppo del settore in Italia e nel mondo” ha commentato Maurizio Vecchiola, presidente e amministratore delegato del gruppo marchigiano. “Il posizionamento di Finproject sul mercato per le applicazioni ad alto valore aggiunto, si unisce alla leadership tecnologica e industriale di Versalis nella chimica”. Quindi, nasce “una catena di indubbio valore. Insieme svilupperemo nuovi materiali e soluzioni in grado di portare innovazione”.

Dice Versalis

Versalis, puntando sul potenziale di sviluppo di Finproject, entra nel settore delle applicazioni di polimeri formulati ad alta prestazione. Con alcuni obiettivi precisi. Primo: “L’operazione rientra nella strategia di sviluppo di Versalis verso una maggiore specializzazione del portafoglio ed estensione geografica” dichiara l’amministratore delegato Daniele Ferrari. Secondo: “Si aprono così anche opportunità di creare nuovi prodotti utilizzando materie prime rinnovabili o da riciclo per un mercato sempre più sensibile ai temi di sostenibilità, in linea con la strategia aziendale per l’economia circolare”. (mv)

Nella foto, da sinistra: Daniele Ferrari e Maurizio Vecchiola

Leggi anche:

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati