Arredo, movimenti nel contract: Modar acquisita da Italian Design Brands

Nuova acquisizione per Italian Design Brands (IDB). Il gruppo, polo del design italiano (costituito nel 2015 da Private Equity Partners), ha annunciato di aver acquisito la maggioranza di Modar, azienda di Paderno Dugnano attiva nel segmento “contract chiavi in mano per il retail e il lusso”. Come avvenuto anche con le precedenti operazioni, nulla cambierà al vertice di Modar. Il fondatore Dante Malagola resterà azionista e amministratore delegato della società “guidandola verso una nuova fase di sviluppo“, come spiega IDB in una nota ufficiale. Con un fatturato 2018 di 30 milioni di euro e una quota export superiore all’80%, Modar è una realtà di eccellenza che da oltre 40 anni realizza, a livello internazionale, punti vendita per i più noti brand del lusso e della moda, “assistendoli dalla fase di progettazione alla consegna del progetto e distinguendosi per l’alta qualità delle proprie realizzazioni e del servizio al cliente”. Con questa acquisizione, salgono a sei le eccellenze italiane presenti nel portafoglio del Gruppo IDB che, a soli quattro anni dalla sua fondazione, ha raggiunto quota 130 milioni di fatturato aggregato. “Siamo davvero entusiasti di questa importante operazione – spiega Giorgio Gobbi, amministratore delegato di IDB -: Modar rappresenta una realtà di assoluta eccellenza che ci permetterà di ampliare la nostra presenza in un settore che riteniamo sicuramente strategico”.
Nell’immagine, screenshot tratti da modar.it

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati