Industria 4.0 alla prova degli studenti. All’Academy di Scandicci anche un progetto per valutare lo stress della pelle

Moda, arredo casa, robotica, servizi alle imprese e settore agroalimentare. Sono i cinque settori in cui saranno attivate le sperimentazioni di Industry 4.0, sviluppate in 6 istituti tecnici superiori e presentate ieri al ministero dell’Istruzione. Tra le varie proposte e attività che prenderanno avvio presso la Made in Italy Tuscany Academy, istituto tecnico con sede a Scandicci (Firenze), gli studenti lavoreranno per sviluppare nuove tecnologie in grado di misurare la resistenza allo stress del pellame e dei prodotti finiti. Altri progetti riguarderanno lo sviluppo di un volante tecnologico per migliorare la performance di guida di un’auto da corsa (Its Maker meccanica meccatronica motoristica e pakaging dell’Emilia Romagna), la realizzazione di piastrelle dotate di una sensoristica intelligente capace di trasmettere informazioni utili per la sicurezza dell’edificio e di illuminarsi in caso di terremoto indicando il punto più sicuro dove ripararsi. Nella foto: un gruppo di studenti dell’Academy di Scandicci in visita all’ultima edizione di Lineapelle.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati