Modelli di concia, sostenibilità, REACh e non solo: parte da Arzignano il roadshow tecnico di SSIP

Come trovare le risposte alle proprie domande tecniche. Ecco lo scopo dei tre workshop organizzati da SSIP (Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle materie concianti) che si svolgeranno nel contesto di Villa Brusarosco ad Arzignano (Vicenza), sede del Politecnico del cuoio. I tre appuntamenti hanno l’obiettivo di mettere in luce soluzioni tecnico-scientifiche connesse ai fabbisogni delle imprese conciarie e proporre nuovi modelli di approccio all’innovazione e al trasferimento tecnologico. Il primo incontro si svolgerà mercoledì a partire dalle 17.30 e prevede un workshop scientifico sul tema “Il futuro della pelle italiana: concia metallica o chromium free” con l’intervento tecnico di Biagio Naviglio, responsabile area ricerca e sviluppo di SSIP. Il secondo si terrà il giorno successivo, a partire dalle 18, e sarà dedicato a “La sostenibilità del cuoio, REACh e sicurezza nel processo conciario”, di cui parlerà la ricercatrice SSIP Daniela Caracciolo. Il programma di divulgazione scientifica di SSIP prevede, poi, di portare questi due workshop a Santa Croce sull’Arno (presso PoTeCo) il 21 e 22 novembre, e di essere replicati anche a Solofra (Solofra Palace Hotel) il 27 e 28 novembre. La terza tematica riguarda la “Problematica dell’ingiallimento: cause e possibili soluzioni tecniche”, sulla quale si confronteranno Claudia Florio, ricercatrice SSIP e Roberta Aveta, tecnico di laboratorio SSIP. Se ne discuterà ad Arzignano mercoledì 5 dicembre (alle 18), a Santa Croce mercoledì 15 dicembre (ore 18) e a Solofra giovedì 20 dicembre (ore 18).

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati