Lineapelle Innovation Square: riflettori sull’upcycling

Terzo giorno di Lineapelle Innovation Square

Nuove tecniche di lavorazione per l’upcycling delle fibre della pelle. Nuovi mercati e nuove applicazioni per i materiali ricavati dal riutilizzo di pellami usati e di scarti delle concerie e delle manifatture. Un esempio? “Conosciamo l’uso della pelle nel design di interni, ma abbiamo ideato Vena, una sorta di parquet con pannelli nel nostro materiale”. A Lineapelle Innovation Square è stato presentato Relea, neonato progetto tedesco che intende esplorare, così da esaltarne la natura circolare, nuove modalità di riutilizzo della pelle. “Crediamo che ci siano ancora grandi margini di sviluppo – spiega Thomas Beck, interior designer e direttore vendite e marketing di tbStudio -. È da due anni che lavoro intensamente sul materiale, che avevo già conosciuto prima nella mia attività da designer. Vediamo possibilità in ogni direzione: sviluppo del prodotto, ricerca, applicazioni, mercati”.

Fornitori, partner, clienti
Lineapelle Innovation Square (hub dell’innovazione del principale salone internazionale dei materiali per il fashion), ha dedicato il panel del terzo giorno alle pratiche e alle sfide per l’upcycling. In che relazione si pone Relea col pubblico dell’evento, fatto di conciatori, brand e manifatturieri: “Riutilizziamo sia i pellami da borse e calzature, ad esempio, che gli scarti della lavorazione in conceria e nelle fabbriche della filiera della pelle – risponde Beck, che vede la propria impresa in un rapporto a suo modo circolare con il cluster -. Quindi, per noi conciatori e manifatturieri sono allo stesso tempo potenziali fornitori, partner e clienti“.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati