Simac Tanning Tech sulle ali dell’entusiasmo. Marchioni Bocca: “Offriamo le risposte tecnologiche chieste dal mercato”

Tre giornate piene, intense e fruttuose. È un clima di generalizzata soddisfazione quello che accompagna l’edizione 2019 di Simac Tanning Tech, la fiera internazionale di macchinari e tecnologie per le industrie calzaturiera, pellettiera e conciaria all’ultimo giorno di programmazione: “Sono stati tre giorni decisamente positivi – commenta il presidente Assomac Gabriella Marchioni Bocca -. Abbiamo visto un buon afflusso di persone ma anche un’ottima capacità degli espositori di presentare i propri macchinari, cosa che ha stimolato l’interesse non solo delle delegazioni ma anche dei visitatori privati, i quali hanno trovato le risposte tecnologiche che cercavano“. “Direi che, complessivamente, la fiera è andata anche meglio dell’anno scorso” aggiunge Gianni Maitan, amministratore delegato di Gemata, il cui stand è stato “affollato” con visitatori “anche molto interessati”. Ad aprire l’ultimo giorno di Simac Tanning Tech è stata la visita del presidente dell’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane (ICE) Carlo Ferro, che ha incontrato Marchioni Bocca e le delegazioni (nella foto un momento dell’incontro): “Siete i player fondamentali di un’industria in crescita” ha detto loro Ferro, spiegando che nei due padiglioni dedicati a macchinari e chimica troveranno “aziende d’eccellenza, know how, una lunga tradizione di innovazione e soluzioni sostenibili, caratteristiche che fanno dell’Italia un Paese leader nel mondo nel settore”. (art)

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati