Aeffe cresce grazie a Pollini


Aeffe, società quotata in Borsa (segmento Star) che controlla i marchi Alberta Ferretti, Moschino, Pollini, JP Gaultier ed Emanuel Ungaro, ha presentato i dati relativi al 2012.

Il fatturato consolidato è aumentato del 3,3% a tassi di cambio correnti, +1,8% a cambi costanti, per un totale di 254 milioni di euro (erano 246 nel 2011). La crescita è dovuta essenzialmente alla divisione Pollini e alla produzione di calzatura (nella foto) e pelletteria, che mostra un +8,7% per un giro d’affari di 69,5 milioni di euro. Più contenuta la performance della divisione prêt-à-porter, che costituisce il business di riferimento del gruppo con base a San Giovanni in Marignano (Rimini), con 201,3 milioni di euro (+0,3% a cambi costanti)
Massimo Ferretti, presidente esecutivo di Aeffe Spa, ha commentato: “Nell’ultimo trimestre del 2012 i ricavi del Gruppo hanno registrato un significativo progresso, segnando un incremento del 14%, grazie alla buona performance sia del canale wholesale sia del canale dei negozi a gestione diretta, in crescita, rispettivamente, del 17% e del 12%. Anche l’inizio del 2013 sta beneficiando dei buoni dati del portafoglio ordini per le collezioni Primavera/Estate 13 e siamo fiduciosi che questi segnali incoraggianti potranno ulteriormente confermarsi nei prossimi mesi.”
In sofferenza le vendite in Italia, che perdono il 3,4% e chiudono sotto quota 100 milioni. Crescita a due cifre in Russia e nel resto d’Europa. Il Giappone, che genera il 9,5% del fatturato, ha registrato un incremento dello 0,3%, (+8,7% a tassi di cambio costanti) nell’ultimo trimestre 2012.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati