Anya Hindmarch, da Mayhoola a Marandi: la griffe britannica cambia proprietà e punta al rilancio

La maggioranza di Anya Hindmarch, brand britannico di borse di lusso, è stato venduta da Mayhoola for Investments alla famiglia Marandi, guidata dall’imprenditore britannico di origini iraniane Javad Marandi. I reali del Qatar, proprietari del fondo Mayhoola (che controlla Valentino, Balmain e Pal Zileri) avevano annunciato la volontà di liberarsi della maggioranza del marchio, il cui business non è in salute nonostante le iniezioni di liquidità. Anya Hindmarch, che continuerà a rivestire il ruolo di direttore creativo e rimarrà membro del CdA, ha commentato così l’operazione: “Desidero ringraziare Mayhoola per lo straordinario supporto, la consulenza e gli input degli ultimi sette anni. Sono stati determinanti nella trasformazione di Anya Hindmarch in un marchio forte e creativo: ci muoviamo in questo nuovo capitolo con grande slancio”. Marandi possiede partecipazioni nella catena di hotel Soho Farmhouse e nel fashion brand Emilia Wickstead. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati