Brioni non trova pace: lascia il ceo Gianluca Flore. A ottobre aveva mollato Justin O’Shea, direttore creativo per 6 mesi

Con effetto immediato, le strade tra Brioni, griffe del gruppo Kering, e Gianluca Flore, il suo ceo, si separano. Stando a indiscrezioni giornalistiche, il principale candidato alla sua successione sarebbe Fabrizio Malverdi, amministratore delegato di Agent Provocateur. Per il brand romano il secondo scossone dopo la dipartita, lo scorso ottobre, di Justin O’Shea, la cui esperienza a capo dell’ufficio stilistico è durata appena un semestre. I fatti, d’altronde, sono interconnessi: era stato proprio Flore, in Brioni dal 2014, a indicare nell’ex fashion director di mytheresa.com il possibile paladino della riscossa del brand. Il piano non ha funzionato.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati