Burberry cresce a doppia cifra

I profitti di Burberry sono saliti del 26,8% (322,5 milioni di sterline, pari a 394 milioni di euro) nell’anno fiscale 2013/14, foraggiati dalla crescita delle vendite. I ricavi nei dodici mesi conclusi il 31 marzo sono pari a 2,33 miliardi di sterline (2,85 miliardi di euro), ovvero +16,6%. La società britannica attribuisce allo sviluppo del segmento uomo e del retail il merito di questo successo. Nella prima comunicazione ufficiale da quando siede a capo del gruppo (primo maggio, al posto di Angela Ahrendt), il 43enne ceo Christopher Bailey ha parlato di risultati record. “Mentre ci stiamo preparando ad aprire un nuovo capitolo aziendale, guardiamo al futuro con ottimismo e alle opportunità di rafforzare il mercato giapponese, di accelerare i cosmetici e di integrare il retail con le vendite on line”. Burberry segnala anche di voler approfittare del travel retail che si rivela “enormemente non sfruttato”. Ha inoltre stipulato accordi con Amazon.com, Alibaba Group e Tmall.com per spingere i cosmetici. Il Giappone resta al centro dei piani strategici: oltre all’assunzione diretta della distribuzione, Burberry sta pianificando l’apertura di negozi a Tokyo (Omotesando e Shinjuku) e Osaka. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati