Caso Regain, Gucci vince contro Prada


Il Tribunale di Firenze con sentenza depositata ieri, ha respinto in toto la richiesta di risarcimento danni (25 milioni di euro) presentata da Prada contro Gucci (nella foto, il presidente e a.d. Patrizio Di Marco) per l’affare Regain.

La vicenda risale al 2001, anno in cui il Gucci Group concluse l’acquisizione del 70% del calzaturificio marchigiano Regain, con sede a Montegranaro, specializzato nella produzione per uomo di lusso. Nel dicembre 2004, Prada decide di portare in tribunale le società Guccio Gucci e Gucci Group Italia Holding, controllate dal gruppo Ppr, accusandole di interferenze nel processo di acquisizione del calzaturificio. Il processo, durato otto anni, si è concluso con l’assoluzione delle società appartenenti al gruppo di Scandicci, giudicate estranee ai fatti menzionati, e con il pagamento delle spese processuali imposto a Prada.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati