Dal lusso alla sportiva, dagli stilisti ai manager, da Carven a New Balance: la giostra delle poltrone continua

0

Lusso: chi entra e chi esce. Da dove? Dalle stanze dove si prendono decisioni: manageriali o stilistiche che siano. La giostra delle poltrone, dunque, non si ferma.
Entra Ginevra Elkann nel CdA di Kering. La carica della nipote di Gianni Agnelli sarà ratificata nell’assemblea generale del gruppo in programma il 24 aprile 2019. Con questa nomina salgono a 7 le donne nel board composto da 11 membri.
Entra Jim Preston ai vertici di New Balance. Preston è in azienda dal 1995 e attualmente ricopre il ruolo di Chief Commercial Officer. Il suo “primo giorno di lavoro” come ceo sarà il primo gennaio 2019, perché il 31 dicembre Rob DeMartini si dimetterà dalla carica.
Un altro avvicendamento riguarda Alpargatas. Il presidente Márcio Luiz Simões Utsch lascia l’azienda dopo 21 anni di presenza nel gruppo, 15 dei quali passati a presiederlo. Verrà rimpiazzato da Roberto Funari, da un anno membro del CdA. L’avvicendamento avverrà nel primo trimestre 2019.
Entra Steve Evers come nuovo ceo del retailer di articoli sportivi Intersport. Evers sostituirà dal 2019 il dimissionario Victor Duran.
Esce il ceo di Debenhams, Ross Clemmow che si è dimesso. Pochi giorni fa la catena britannica di abbigliamento aveva annunciato una perdita netta di 491,5 milioni di sterline e la chiusura di 50 store tra 3-5 anni.
Esce, dopo tre sole stagioni, Serge Ruffieux da Carven. Il direttore creativo della griffe francese era stato congelato subito dopo il passaggio di proprietà nelle mani dei cinesi di Icicle. Ruffieux potrebbe approdare da Lanvin.
Esce anche Kevin Willis, direttore finanziario di Tapestry, proprietaria dei marchi Coach, Kate Spade e Stuart Weitzman. Lascerà l’incarico l’8 febbraio 2019 per dar modo alla società di trovare un sostituto.
Per oggi, da Radio Lusso, è tutto.  (mv)

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso