Gilli, missione fallita


L’avventura nella calzatura e nella pelletteria di Giulia Ligresti, figlia del noto e discusso costruttore e finanziere Salvatore Ligresti, è giunta al termine.
Dopo aver prima chiuso il negozio di Firenze e poi aver venduto quello di Roma al gruppo calzaturiero marchigiano Loriblu, qualche giorno fa ha ceduto per tre milioni di euro il proprio flagship store milanese, 100 metri quadrati in via della Spiga, al coreano Yong Hee Jung, amministratore delegato di Sa Milano.
La Sa Milano è controllata dal gruppo coreano ShinWon Corporation. Il corrispettivo, riporta il quotidiano Mf Fashion, è stato saldato attraverso otto assegni circolari staccati dal compratore asiatico ed emessi dalla B.P.Sondrio: a siglare l’atto di cessione di ramo d’azienda è stato Andrea Acampora, nominato amministratore unico della Gilli proprio qualche giorno fa perché gradito al tribunale di Milano che ha dichiarato fallita la holding Sinergia di proprietà di Salvatore Ligresti e che controllava l’azienda della figlia. Il flagship milanese apparteneva in precedenza a Sergio Rossi.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati