Griffe e bilanci: Moschino mette il turbo ad Aeffe, G-III Apparel Group si gode i risultati di Donna Karan

0

Nei primi sei mesi dell’anno il peso del brand Moschino sul bilancio del gruppo italiano Aeffe è arrivato a valere il 71,5%, distanziando nettamente Alberta Ferretti, Pollini e Philosophy (valgono circa il 10% i primi due, il 5% il terzo). Nel semestre i ricavi generati da Moschino hanno toccato quota 122,3 milioni (+16,7% sul semestre 2017), il che giustifica gli investimenti che Aeffe ha previsto sul brand. L’ultimo in ordine di tempo è rappresentato dall’inaugurazione di un nuovo flagship nel centro di Parigi, in rue Saint Honoré, e presto altre due saracinesche si dovrebbero alzare in Asia, una in Corea e l’altra in Cina. È invece il brand dell’omonima stilista statunitense, Donna Karan, a trainare il gruppo di moda G-III, che lo ha acquistato da LVMH solamente due anni fa. DKNY ha contribuito in maniera sensibile a portare il fatturato del secondo trimestre del gruppo a 624,7 milioni di dollari (+16,1%), mentre l’utile si è attestato a 10,1 milioni. Il tutto porta a rivedere le stime: secondo gli esperti il gruppo potrebbe chiudere l’anno con ricavi totali di circa 3,06 miliardi di dollari, circa 90 milioni in più rispetto alle precedenti stime.

Share.

Comments are closed.

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso