Gucci vola: nel quarto trimestre +21,4%. Boom di Saint Laurent, male Bottega Veneta: il gruppo Kering sorride

Nell’ultimo trimestre del 2016 la crescita del giro d’affari di Gucci è stata del 21,4%: le vendite nei negozi sono schizzate del 28,2%, con ottime performance dei segmenti pelletteria e calzatura. Il boom del periodo ottobre-dicembre, dà continuità a un periodo di eccellenza di più ampia gittata. Nell’arco dell’anno il fatturato della griffe guidata dal duo Bizzarri-Michele (nella foto) è aumentato del 12,7%, passando dai 3,8 miliardi di euro del 2015 ai 4,3 miliardi attuali. Il risultato di Gucci, unito al boom di Yves Saint Laurent (+25,5%, 1,2 miliardi), permette al gruppo Kering di compensare le perdite di Bottega Veneta, che a cambi costanti nel 2016 segna il -9,4%: da 1,28 a 1,17 miliardi di euro. Nel complesso, il gruppo Kering comunica un giro d’affari totale di 12,3 miliardi di euro (+8,1%), mentre la divisione lusso aumenta del 7,8%. (rp)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati