Hong Kong, Prada valuta la chiusura anticipata dei monomarca

Le manifestazioni in corso a Hong Kong pesano sull’andamento delle vendite dei beni di lusso nella Golden Week, la settimana festiva di inizio ottobre, che in Cina è dedicata come ogni anno allo shopping. Prada ha fatto sapere che sta monitorando ora dopo ora la situazione, valutando se chiudere o meno in anticipo gli otto flagship presenti a Hong Kong, per motivi di sicurezza. Come comunicato dal brand, negli ultimi giorni alcuni store hanno già anticipato il consueto orario di chiusura. Nel frattempo, un altro gigante del fashion ha preso posizione: L’Oréal ha infatti deciso di vietare a tutti i suoi dipendenti di recarsi in viaggio per affari a Hong Kong almeno fino a lunedì 6 ottobre. L’Estremo Oriente rappresenta un mercato di primaria importanza per Prada: nel primo semestre 2014 le vendite nell’area Grande Cina (Cina, Hong Kong, Macao, Taiwan) ammontano a 388 milioni di euro, pari a oltre un quinto delle vendite a livello globale. (ap)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati