Il lusso dell’usato: seconda mano, primo business

La moda del lusso di seconda mano dilaga e, per le griffe, è una buona notizia

Vestiaire Collective, Vinted, Instant Luxe, Le Bon Coin, Vide Dressing, Depop, Hardly Ever Worn It, TheRealReal, Vite EnVogue. Non tutti (forse) conoscono queste piattaforme online, a differenza di gran parte dei Millennials, soprattutto americani e cinesi. Sono loro, infatti, insieme alla Generazione Z, ad aver contribuito in misura maggiore al successo di questi portali specializzati in “compravendita di prodotti di lusso”: borse, soprattutto.
Lo definiscono “second hand”, ma corre più del “nuovo”. E non è detto che per le griffe sia una cattiva notizia.
Perché?

Per scoprirlo clicca qui.

Nell’immagine, gli interni della store Rebag di New York, specializzato in borse second hand (foto Shutterstock)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati